ADULLAM: Località a circa 25 km a Sud­ovest di Gerusalemme, 1°Samuele 22:1. Davide partì di là e si rifugiò nella spelonca di Adullam. Quando i suoi fratelli e tutta la famiglia di suo padre lo seppero, scesero là per unirsi a lui. Tutti quelli che erano in difficoltà, che avevano debiti o che erano scontenti, si radunarono presso di lui ed egli divenne loro capo. Così ebbe con sé circa quattrocento uomini. La cava di Adullam è fonte di vari insegnamenti per la vita di quanti hanno il desiderio e si stanno impegnando per essere gente di valore. Non bisogna disperare, quando i fatti precipitano, dopo l’unzione, la vittoria su Golia, il matrimonio con la figlia del re, le grandi vittorie, l’amicizia di Gionatan, . . . ! Anche se vai ad Adullam la scuola di Dio è misteriosa ma efficace.

| Leggi altro |

martedì 5 dicembre 2017

BUONGIORNO DA ADULLAM .

La croce blocca le accuse

«Che diremo dunque riguardo a queste cose? Se Dio è per noi chi sarà contro di noi? Colui che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per noi tutti, non ci donerà forse anche tutte le cose con lui? Chi accuserà gli eletti di Dio? Dio è colui che li giustifica. Chi li condannerà? Cristo Gesù è colui che è morto e, ancor più, è risuscitato, è alla destra di Dio e anche intercede per noi. Chi ci separerà dall’amore di Cristo? Sarà forse la tribolazione, l’angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada?» (Romani 8: 31-35) Dio ci ama, questo è certo e ce l’ha anche dimostrato. Non ha risparmiato Suo Figlio, ma l’ha lasciato a noi! La croce ci conferma l’amore di Dio! Egli ci ha dato Suo Figlio, ed è pronto a darci anche tutto il resto: chi può il più, può anche il meno.
Nulla può separarci dall’amore di Dio manifestato in Gesù Cristo perché Dio ci amerà sempre. Colui che dona Suo Figlio per noi continuerà ad amarci e a coccolarci anche se dovessero arrivare l’angoscia, la persecuzione, la fame, la spada, la morte o le accuse.

«Chi accuserà gli eletti di Dio… chi li condannerà? Cristo è morto!». La morte di Gesù è come un cancello chiuso, un ostacolo, uno stop alle accuse! È stato condannato per perdonarci, per essere graziati, giustificati…

Quando è stato pagato un prezzo del genere… come possiamo ancora colpevolizzarci dei nostri sbagli passati?

Quello che ero non conta più, perché Dio mi ha perdonato: Gesù ha cancellato il mio peccato!

Gli uomini possono ricordarci i nostri errori e bisogna accettarlo; abbiamo peccato all’inizio… ma davanti a Dio, ciò che è stato confessato, è spazzato via per sempre!

Se il diavolo cerca di opprimervi, farvi sentire in colpa, accusarvi, destabilizzarvi o abbassarvi, non dimenticatevi della Croce. Gesù ha pagato per voi ed è Dio che vi giustifica.

Lutero stava rivoluzionando il mondo e ristabilendo il Vangelo che giustifica i peccatori, ma un giorno fu visitato dal diavolo. Egli era stanco a causa dei suoi errori e proprio mentre stava per abbandonare tutto, lo Spirito di Dio gli ricordò il sangue di Gesù, e gli permise di porre la croce davanti alle accuse, facendo fuggire il diavolo.

Ritorno anch’io regolarmente alla croce per dire a tutte le accuse del mio cuore: Dio ha donato suo Figlio, Cristo è morto, stop all’accusa, non c’è più alcuna condanna!

Una preghiera per oggi

Grazie Signore per la croce che mi libera da tutte le accuse o condanne spirituali; grazie perché hai cancellato e spazzato via tutti i miei sbagli per sempre. Mi rallegro in Te perché sono stato perdonato totalmente e il Tuo amore incondizionato è la mia forza.

Nessun commento:

Posta un commento

AVVISO PER CHI COMMENTA
Dovete mettere i vostri nomi e cognomi veri. Chi vuol dire qualcosa di vero non deve aver paura di mettere il suo nome e cognome.
I vostri commenti che lascerete non saranno approvati solo se, sono anonimi , offensivi, volgari e insensati.